venerdì 11 giugno 2010

TAV: LTF CALA LA MASCHERA

Marco Cedolin
A Chiomonte, in Val di Susa, il 13 maggio 2010 il sindaco Pinard organizza un incontro pubblico con la popolazione, nel corso del quale un ingegnere della Lyon Turin Ferroviere (LTF) è chiamato a presentare ufficialmente il progetto del nuovo tunnel geognostico della Maddalena, realizzato in gran segreto negli ultimi mesi a totale insaputa della popolazione. Progetto che dovrebbe rapprentare il primo atto della costruzione della linea ad alta velocità Torino-Lione.

Il filmato dell'avvenimento, che potete visionare alla fine dell’articolo, testimonia in maniera impietosa l'assoluta ed imbarazzante impreparazione di chi promuove la realizzazione delle grandi opere.
L'ingegnere di LTF, senza essere mai padrone dell'argomento, manifesta un preoccupante disorientamento e la completa ignoranza del territorio che dovrebbe essere oggetto dell’infrastruttura, nonché degli impatti dell'opera sullo stesso.

Spesso si ritrova a balbettare frasi sensa senso, fino a ritrovarsi completamente alla mercè dei cittadini intervenuti al dibattito, che dimostrano una preparazione tecnica e una conoscenza dell’argomento di gran lunga superiore alla sua....
L'accaduto dimostra in maniera inequivocabile  come l'amore incondizionato per la propria terra ed il futuro dei propri figli, la tenacia e la conoscenza rappresentino l'arma più potente contro i razziatori del pianeta.

Se il filmato in oggetto venisse divulgato nei tg della sera, la credibilità di tanti millantatori abituati a nascondersi dietro al mito della tecnologia e di un’improbabile professionalità subirebbe un duro colpo e con tutta probabilità la mafia del cemento e del tondino inizierebbe a trovare qualche difficoltà nel proporre la costruzione di grandi infrastrutture inutili e devastanti, finanziate attraverso il denaro pubblico.


1 commento:

佩GailBohanan1蓉 ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.